23 febbraio 2010

UNA RICETTA DA CONCORSO


Tipico delle fredde e spesso uggiose giornate invernali, la mia versione di brasato coincide con uno di quei piatti che emanano ‘profumo’ di casa fin dal primo mattino.
A casa mia, si è sempre usato preparare questa ricetta con un giorno di anticipo: il sabato si metteva a marinare la carne e la domenica mattina, di buon’ora, si cucinava il piatto.
Un piatto incredibile: aromatico, profumato, saporito e dalla consistenza tenerissima, quasi un burro.
In conclusione posso dire che consiglio questa mia versione del brasato a tutti gli amanti della buona tavola che vogliono creare un’atmosfera famigliare gustando un piatto davvero speciale e facile da realizzare.
E con questa ricetta partecipo con grandissimo piacere al concorso indetto da La cucina italiana che ha come obiettivo la creazione di un brasato.


BRASATO SPEZIATO ALL’ARANCIA
(Ingredienti per 4 persone)

800 grammi di polpa di manzo
100 grammi di prosciutto crudo
1 noce di burro
1 carota
1 costola di sedano
1 piccola cipolla
2 arance
½ limone
40 grammi di farina 00
3 decilitri di Barolo
5 rametti di rosmarino
7 chiodi di garofano
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale e pepe q.b.

Procedete con lo spremere le arance e il mezzo limone, conservandone il succo da parte.

Praticate una decina di tagli piuttosto profondi e di 2 centimetri di lunghezza sulla polpa di manzo ed infilatevi il prosciutto crudo ridotto a pezzetti grossolani.

A questo punto mettete la carne in una terrina capiente ed irroratela con il succo di agrumi; coprite con della pellicola e conservate in frigorifero.
Dopo 8 ore unite il Barolo, i chiodi di garofano, il rosmarino precedentemente mondato e lasciate marinare per altre 16 ore.

A marinatura ultimata procedete con la cottura della carne. Per prima cosa lavate sedano e carota, sbucciate la cipolla e tritate il tutto.

In un tegame capiente fate scaldare l'olio extravergine di oliva e la noce di burro; unite il battuto di carota, sedano e cipolla e lasciate rosolare per qualche istante. Unitevi la carne sgocciolate dalla sua marinatura e fatela rosolare su tutti i lati per 5 minuti.

A questo punto cospargete la carne con la farina precedentemente setacciata rigirandola spesso, poi unitevi la marinata precedentemente filtrata con l’ausilio di un colino.

Portate a bollore su fornello di medie dimensioni, poi abbassate la fiamma al minimo e lasciate brasare per 2 ore avendo cura di rigirare la carne ogni 20 minuti.

A cottura ultimata togliete la carne lasciado restringere ulteriormente per un paio di minuti la salsa agrumata di accompagnamento; affettatela e servite il tutto ben caldo, magari accompagnando da semplici patate al forno.

4 commenti:

Ely ha detto...

buonissimo! anche da noi si lascia riposare per una notte intera... e la carne ha un profumo meraviglioso... ricordo da piccola quando si tornava dalla messa il profumo sulle scale ed era festa... ciao Ely

Alex ha detto...

In bocca al lupo per il concorso!!! che voglia di brasato!!!!

monica ha detto...

ho provato a farlo secondo la tua ricetta ed è venuto veramente buono....che bello potersi confrontare e scambiare ricette..............

NADIA ha detto...

@ Ely: esattamente, è proprio quel piatto della domenica che ti scalda il cuore!

@ Alex: grazie mille! ;)

@ Monica: davvero?! Che bello, per me sono vere soddisfazioni quando le mie ricette vengono provate e riscuotono successo. Ti ringrazio e a presto!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001