03 settembre 2008

AL POSTO DEL RISO...

...scelgo il farro!
E’ un ingrediente sano e genuino che si presta molto bene alla realizzazione di primi piatti d’alta qualità.
I suoi chicchi teneri ma al contempo sodi e croccanti lo rendono idoneo a innumerevoli abbinamenti: dalle verdure alla carne passando per frutti di mare e... perché no, come dessert se accompagnato da frutta di stagione e addolcito con dello zucchero di canna.

INSALATA TIEPIDA DI FARRO CON ASPARAGI AL PROFUMO DI LIMONE(Ingredienti per 4 persone)

320 grammi di farro
20 asparagi verdi
2 limoni bio
150 grammi di stracchino
olio extravergine di oliva q.b.
sale e pepe q.b.

Portate ad ebollizione dell’acqua in una pentola capiente.

Nel frattempo pulite accuratamente gli asparagi , lavateli in acqua corrente e metteteli a sbollentare per 10 minuti in acqua salata.

Quando pronti scolateli con un mestolo forato e lasciateli raffreddare su un tagliere; cuocete il farro nella stessa acqua di cottura degli asparagi (in questo modo acquisirà ancora più gusto) per 10 minuti, poi scolatelo.

Tagliate a dadini gli asparagi lasciando intere le punte, poi grattugiate la scorza di due limoni (ricordate, solo la parte gialla perché quella bianca è troppo amara) e raccoglietela in una ciotola e unite anche lo stracchino, un’ abbondante macinata di pepe rosa, un pizzico di sale e 2 o 3 cucchiai di olio extravergine di oliva .

Mescolate il tutto e aggiungete questa crema al farro che nel frattempo sarà intiepidito; unite anche i tocchetti di asparagi e amalgamate con cura. Decorate con le punte intere e servite.

Comunicazione di servizio:
Con l'occasione ringrazio anche la simpaticissima Carla di Letto e mangiato che mi ha conferito questo graditissimo premio che accetto con immenso piacere: grazie Carla!

9 commenti:

Sere ha detto...

Ciao carissima... benritrovata!

Anche io adoro il farro, l'orzo ed ora, sto facendo alcune prove con l'avena... Ottima ricetta!
Smack

VANESSA ha detto...

viva gli orzotti e viva il farro anche io sono patita dei chicchi cerealosi!
bentornata nadia....a dir la verità il farro accostato agli asparagi nn l'avevo mai provato...con lo stracchino poi!!! un'altra bella idea :-p

Claud ha detto...

Anche a me piace il farro e mi incuriosisce il tuo suggerimento di farne ricette dolci... hai qualche idea in merito?!

NADIA ha detto...

@ Sere: bentrovata anche a te! Sono felice che questa ricettina, seppur semplice, ti piaccia! :)
Davvero ti stai cimentando con l'avena?! Bè spero di vedere presto i tuoi successi così ci provo anch'io.

@ Vanessa: in questa maniera diventa un piatto completo ricco di sapore ma comunque leggero! A me è piaciuto molto!

@ Claud: inizialmente pensavo di sperimentare con semplice frutta fresca arricchita con zucchero di canna, ma a ben pensarci credo che vada anche bene per budini o comunque tutti quei dolci che solitamente si fanno con il riso...in fondo riso e farro sono cugini della stessa famiglia no?

Giorgia ha detto...

anche a me piacciono moltissimo orzo, farro &co. quello che mi preoccupa un po' è il limone... adoro il succo ma non mi ha mai convinto la scorza... tranne che nel limoncello. proverò...

Camomilla ha detto...

Buongiorno Nadia!
Complimenti per il premio ricevuto e per questo farro che abbinato ad asparagi e stracchino deve avere un gusto davvero particolare. Dovrei inserirlo maggiormente nella mia alimentazione...
Baci

NADIA ha detto...

@ Giorgia: se ti piace il limone ti consiglio di provare anche con la scorza: dona grande aromaticità senza rischiare di "coprire" gli altri sapori, come spesso accade utilizzando il succo fresco. Prova e vedrai! :)

@ Camomilla: il farro è buono, sano e digeribile e poi si abbina facilmente con qualsiasi ingrediente, quindi hai solo l'imbarazzo della scelta :)

salsadisapa ha detto...

il farro è squisito: lo adoro! mi piace soprattutto in versione tiedida proprio come hai fatto tu! ma gli asparagi di questi tempi? da dove provengono?
ciaoo :)

NADIA ha detto...

@ Salsadisapa: effettivamente c'è il trucco: in primavera, quando ci sono quelli freschi, ne acquisto sempre in abbondanza, poi li pulisco, li lavo e li congelo per i tempi di "magra" in modo da avere un prodotto cresciuto nella sua stagione e non in serra o peggio... e così per mille altri ortaggi. ;)

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001